Osteopatia

L'Osteopatia è un metodo sano e naturale di terapia che focalizza l’attenzione sulla struttura del corpo umano, costituito di ossa, legamenti, muscoli, tessuto connettivo, sistema linfatico, sistema nervoso, sistema circolatorio e fasciale.

L’Osteopatia comprende una serie di tecniche manipolative molto precise, ed è usata per trattare i meccanismi in disfunzione che impediscono alle varie parti del corpo di compiere le loro funzioni naturali.

L’obiettivo della pratica professionale osteopatica è quello di ristabilire la mobilità dei differenti sistemi del corpo, tale da migliorare la loro interazione e regolazione.

Gli Osteopati valutano le condizioni del sistema “muscolo-scheletrico” cercando le aree di debolezza, squilibrio o eccessiva tensione. Qualunque potenziale punto debole determinerà un malfunzionamento del corpo, che a sua volta influenzerà la salute in generale.

L’Osteopatia crede nella salute come lo stato naturale delle persone, e la malattia come un fenomeno d’adattamento del corpo ad una situazione critica.

L’Osteopatia, in genere, si divide in tre branche principali:

 

Strutturale

 Si applica a tutte le problematiche della struttura osteo-articolare e muscolare quali: ernie discali (lombari o cervicali), cervicalgie, sciatalgie, lombalgie, dorsalgie, problemi posturali, scoliosi, artrite, artrosi etc.

 

Viscerale

 Si applica a tutte le problematiche che coinvolgono disfunzioni viscerali organiche o secondarie da problemi vertebrali, ptosi viscerali e disturbi funzionali dei vasi, nervi o viscere adiacenti, aderenze post-operatorie che causano una ristretta mobilità delle viscere del peritoneo che possono far sorgere tensioni e dolori muscolo-scheletrici, spasmi viscerali di origine somatica, squilibri del sistema nervoso autonomo (SNA), ernia iatale etc.

 

Cranio-sacrale

osteopatia cranio-sacraleL’Osteopatia cranio-sacrale si applica a tutte quelle problematiche del tipo: emicrania, cefalea, sinusite, nevralgia del trigemino, tic dolorosi, paralisi di Bell, da frigor, disturbi degli occhi, orecchie, naso, allergie, problemi all’articolazione temporo-mandibolare, problemi di coordinazione, dislessie, problemi di apprendimento etc.

 

L’Osteopatia non tratta solamente problemi di dolore alla schiena, ma può essere adoperata con successo in diversi disturbi. Il sistema muscolo-scheletrico forma la struttura che porta la rete del sistema nervoso, circolatorio e linfatico. Fra l’altro supporta fisicamente gli organi interni. La salute del sistema muscolo-scheletrico quindi, ha un effetto diretto sulla salute del resto del corpo.

 

L’Osteopatia è una medicina relativamente nuova al pubblico italiano. Nata negli Stati Uniti poco più di cento anni fa, è una forma di terapia naturale ricca d’interesse e potenzialità.

 

L’Osteopatia è al contempo un’arte scientifica e filosofica di valutazione e trattamento esclusivamente manuale. La particolare e approfondita conoscenza che l’osteopatia possiede del corpo umano e della sua biomeccanica, e i suoi avanzati metodi valutativi e terapeutici, ne fanno una delle più valide ed originali discipline dell’arte di guarire.

osteopatia Still“L’OSTEOPATIA È ANATOMIA, ANCORA ANATOMIA, SEMPRE ANATOMIA“, diceva il Dr. Still, fondatore dell’Osteopatia.

 

E ancora: “L’anatomia è da considerarsi l’alfa e l’omega, l’inizio e la fine di tutte le forme e delle leggi che danno vita al corpo umano“.

 

Ogni Osteopata deve conoscere perfettamente l’anatomia per poter proiettare all’interno del corpo la propria azione.

 

L’anatomista Bell diceva: “Impara ad osservare il corpo vivo con i tuoi occhi, poi impara a guardare il corpo con le tue dita e gli occhi aperti, poi impara a guardare il corpo con gli occhi chiusi.”

 

Un trattamento Osteopatico segue determinati obiettivi:

  • cura la persona secondo i disturbi e le speranze (dolore, limitazioni funzionali, disordini somatici, ecc.)
  • tratta le cause di queste disfunzioni.
  • ristabilisce il movimento ai differenti meccanismi e sistemi dell’organismo, preserva e mantiene l’equilibrio e la salute dei pazienti, a volte a distanza dalla sede dei problemi, liberandoli dai loro vincoli (tensioni, pressioni, blocchi etc.) che interessano la circolazione generale ai livelli arteriosi, venosi, nervosi e linfatici.

 

Il trattamento Osteopatico assicura un’integrazione più efficace del trattamento locale, riduce significativamente le probabilità che lo stato diventi cronico e migliora il funzionamento di ogni sistema, uno in relazione all’altro.

 

Dopodiché, seguirà una spiegazione di che cosa è stato fatto, seguiti da consigli riguardo al loro caso particolare. È importante che il paziente impari a diventare autosufficiente e responsabile del suo benessere, per questo è fondamentale intraprendere uno stile di vita sano, che è un fattore determinante per l’equilibrio del sistema di regolazione naturale dell’organismo. Suggerendo cambiamenti nello stile di vita, il professionista permette al paziente di svolgere un ruolo attivo nel realizzare e nel mantenere una migliore condizione di salute.

 

Lombalgia e Sciatica: Prevenzione

La prevenzione rappresenta la base del Metodo Osteopatico. Il professionista rileva quanto prima possibile le cause delle lesioni che, se trascurate, svilupperanno successivamente disfunzioni, indebolimento dei sistemi di difesa naturali, squilibri posturali e dolore.

 

Esempi dove il trattamento preventivo Osteopatico è indicato:

  • per gli individui che soffrono di sintomi quali capogiri, dolore o nausea conseguenti ad un colpo di frusta, sindrome da post-impatto, o un’altra lesione subita in un autoveicolo o in un infortunio sul lavoro.
  • per impedire le sindromi croniche di dolore
  • prima, durante e dopo la gravidanza
  • per gli infanti a seguito di una nascita lunga o difficile
  • per impedire lo sviluppo di una scoliosi durante l’adolescenza iniziale
  • per curare il dolore o la disfunzione postoperatoria
  • trauma seguente e sforzo psico-impressionabile
  • per prevenire le lesioni da lavoro
  • nei casi di preparazione per competizioni sportive o di intenso allenamento
  • nei casi delle disfunzioni organiche funzionali senza emergenza o controindicazioni mediche

 

Durante il consulto, l’Osteopata deve fare:

  • una completa valutazione della postura verticale del paziente, distribuzione del peso, tipologia, tensioni, contratture, spasmi, la qualità dei tessuti, della pelle, etc.
  • prove funzionali globali, regionali e locali , test passivi, attivi e specifici test secondo gli obiettivi della valutazione.
  • palpazione dei differenti tessuti e ritmi fisiologici per accertare la severità e l’origine dei blocchi osteo-articolari e delle tensioni miofasciali, così come l’importanza della restrizione, che genera e impone all’organismo, localmente e/o a distanza, una compensazione.
  • l’identificazione delle cause e una sintesi di tutti i risultati ottenuti. L’Osteopata allora valuta e dà la priorità ai sintomi. Prendendo in considerazione la condizione di salute del paziente, l’età e la vitalità, svilupperà un programma Osteopatico specifico di trattamento più adatto per ogni persona.

Medical One | INFO E PRENOTAZIONI e Assistiamo a domicilio chiamaci al 3384604815 | email info@theonesnc.it